pool

Tremosine – km 54

Comune di Tremosine


Abitanti:2 151
Altitudine:414 m s.l.m
Superficie:72 km²
Provincia:Brescia
CAP: 25010

 

Tremosine è un’unione di più località che si trovano tra i 400 ed i 600 metri di altezza, raggiungibili attraverso una strada panoramica di montagna dalla Gardesana. La valle in alto è una bellissima zona per fare passeggiate nella natura pura ed incontaminata. La cosa più interessante è la vista davvero unica sul lago di Garda e le sue rive, delMonte Baldo e di Malcesine. Nel bel centro storico del capoluogo Pieve si trovano numerose case del XVIII secolo splendidamente ristrutturate. Una strada ben conservata conduce giù verso il lago: una passeggiata che vale la pena di fare, specialmente per chi non soffre di vertigini.

Tremosine : Da vedere

Diciotto piccole frazioni, una (Campione) sul lago, le altre (Ariàs, Bassanega, Cadignano, Castone, Mezzema, Musio, Pregasio, Priezzo, Secastello, Sermerio, Sompriezzo, Ustecchio, Vesio, Villa, Voiandes, Voltino, Pieve, che è il capoluogo) sull’altopiano a picco sul lago, costituiscono il Comune di Tremosine che, con i suoi 72 kmq di territorio, è uno dei più vasti della provincia di Brescia. Ci si arriva da Limone, passando per la località Tamàs, da Tignale lungo la “Tignalga”, o percorrendo la provinciale che dalla località “Porto”, sulla Gardesana, si arrampica fino a Pieve. L’ambiente naturale si presenta molto vario: i piccoli nuclei abitati sono incastonati tra le vallette, poggi, collinette, su pianori ricoperti di prati, olivi, pini. L’altitudine varia dai 65 metri, cui è posto Campione, ai 1976 metri della cima del monte Caplone, al confine con i Comuni di Tignale e Magasa. Numerose sono le mulattiere che , snodandosi dolcemente lungo i fianchi delle montagne, portano in quota, nei luoghi che, fino al 1918, segnarono il confine con l’Impero austro-ungarico. Non mancano quindi gli itinerari per gli escursionisti e per gli amanti della mountain-bike, anche per i più esigenti.

Tremosine offre una grandissima varietà di bellezze naturali: lago, dirupi, valli, montagne. Non c’è quindi che l’imbarazzo della scelta.

Tremosine : Le chiese

Molte delle frazioni del Comune hanno una propria chiesa o cappella. Si segnalano, in particolare: La chiesa di S. Giovanni Battista, a Pieve, che conserva il campanile romanico del XI sec., con gli altari della Madonna del Rosario (sec. XVII), della Madonna dei Miracoli (sec. XVIII), della Sacra Famiglia (sec. XVII), dei SS. Rocco e Valentino, dell’Immacolata, dell’Ultima Cena. Numerose sono le tele e le opere lignee; tra queste ultime, il coro del presbiterio, il bancone e gli scranni della sagrestia, opera di Giacomo Luchini, di Condino (TN). La chiesa di S. Bartolomeo, a Vesio, con tele di Gian Domenico Cignaroli, Bartolomeo Zeni e Antonio Staliani. Conserva un organo, recentemente restaurato, del celebre Gaetano Callido (1727-1813). Il santuario di S. Michele, nella valle omonima, lungo la mulattiera che unisce a Tremalzo. Edificato probabilmente dai Longobardi, che onoravano il santo come patrono, l’edificio subì diversi rifacimenti; oltre alla chiesetta, vi si trova un romitorio.

Tremosine : Una strada di montagna

Chi dal lago guarda le case di Pieve allineate sull’orlo dell’altopiano, circa trecento metri più in alto dell’acqua, si chiede come possa una strada giungere fin là. Per secoli un ripido sentiero ha unito il porto al capoluogo, per secoli gli uomini hanno sudato a trasportare legne, carbone, olio, grano, affidandosi alle barche e, poi, ai barconi e ai battelli che nel primo Ottocento cominciarono a solcare il Garda. Solo nel 1913, su progetto dell’ing. Arturo Cozzaglio e per iniziativa di don Giacomo Zanini, fu costruita la strada che dal porto sale a Pieve e, quindi, a Vesio. Un vero gioiello, incastonato nelle viscere della montagna, lungo la forra scavata dal torrente Brasa. E’ d’obbligo percorrerla in automobile, sostare nelle piazzole, gustare lo splendido panorama e, là dove la forra si restringe in una strettoia infernale, scattare qualche fotografia.

INFORMAZIONI DI PUBBLICA UTILITÀ

Informazioni generali

CAP 25010
Altezza: 410 m
Abitante: 1.880
Numeri di emergenza

Carabinieri: 112
Vigili del fuoco: 115
Emergenza sanitaria: 118

Numeri utili nel paese

Ufficio turistico: 0365-953185
Carabinieri: 0365-953575
Ambulatorio: 0365-953552 (Pieve)
Ambulatorio: 0365-917071 (Vesio)
Poste: 0365-916907 (Campione)
Poste: 0365-953009 (Pieve)

Distanze

Stazione Desenzano: 50 km
Stazione Rovereto: 40 km
Aeroporto Verona: 85 km
Milano: 155 km
Autostrada A22 Rovereto: 40 km

Autostrada A4 Desenzano: 50 km